I software a supporto della traduzione

I software a supporto della traduzione

I software a supporto della traduzione sono programmi specifici che possono essere utilizzati per semplificare il lavoro di traduzione da una lingua all'altra in diversi contesti. Essi si basano, in genere, sulle memorie di traduzione: in pratica, archiviano in un database i testi sorgenti e i testi tradotti in precedenza, così che in seguito i vecchi segmenti di testo possano essere recuperati nel corso della traduzione dei testi nuovi.

Si parla, non a caso, di segmenti, a indicare il fatto che il testo sorgente viene suddiviso dai software in varie unità: tale suddivisione ha lo scopo di renderne più semplice la gestione. I software a supporto della traduzione mostrano un segmento dopo l'altro: nel caso in cui non sia presente una traduzione nel database, l'utente può inserirla direttamente. Quindi, dopo che la traduzione del segmento è stata portata a termine, essa viene archiviata e si passa al "pezzo" di testo successivo.

Meritano di essere menzionati, inoltre, anche i software per l'allineamento e la concordanza, che servono a far concordare, allineandoli, due documenti tra loro - quello di partenza e quello tradotto - sempre tramite la suddivisione in segmenti allo scopo di dare vita a una memoria di traduzione. La memoria che viene realizzata può essere impiegata nell'ambito di un software con l'aiuto di memorie. Infine, ci sono i software per la gestione della terminologia, in virtù dei quali vengono realizzati dei glossari dei termini che vengono utilizzati più spesso.

Come si può notare, tutti questi programmi sono strumenti di livello avanzato, e non a caso vengono adoperati di frequente per le traduzioni professionali. Può trattarsi, per esempio, della traduzione di un libro, oppure di un sito Internet. In qualunque caso, è bene sottolineare che, benché i software svolgano un ruolo essenziale, non è ancora possibile prescindere dall'intervento di un professionista. Una traduzione, infatti, non è una mera trasformazione di termini, ma deve tenere conto di molti altri elementi, fattori e parametri influenti: per esempio, il contesto culturale relativo alla lingua di partenza e quello relativo alla lingua di destinazione, ma anche il pubblico a cui il testo si rivolge, e così via.